Quella situazione inaspettata che ci svela il nostro talento – Graziella Chini

Voglio incominciare il Nuovo Anno 2019 riportando la storia, brevemente, ma concisamente raccontata, dell’artista Graziella Chini, che, pur essendo consapevole del proprio talento, forse non  lo ha sfruttato come avrebbe dovuto. Il suo racconto ci mostra, soprattutto, come, spesso, i doni che la natura ci dà, si celino fino a quando, una situazione o un momento inaspettati, ci danno l’opportunità di svelarli prima a noi stessi e poi agli altri. Questo ci porta ad una riflessione sui tesori che talvolta sono racchiusi in noi stessi senza esserne consapevoli. Chissà quanti geni ci passano accanto nel nostro quotidiano senza che nessuno se ne randa conto! C’è una colpa della società in tutto questo? beh, in parte direi di sì, e, dopo aver passato tutta la mia vita nel mondo della scuola, una parte di responsabilità me la prendo anche io.

Ognuno può dire la sua.

Guido Parisi
Tempo fa mi venne in mente di dipingere. Tutto iniziò con la tavoletta del bagno, molto strano ma vero. Mi trovavo a Lugano in un grosso centro con mio marito Enrico per acquistare una tavoletta normalissima, ce ne erano tante, colorate, alcune artistiche, riproduzioni di quadri d’autore,  quali Monet, Van Gogh … cifre da capogiro, però, un po’ esagerate. Enrico ebbe un’idea : “Ma perché non provi a farla tu” ?
Rimasi pietrificata, di stucco, non proferii parola. Quel giorno tornai a casa borbottando di quell’idea assurda !
Passarono giorni,  una bianca tavoletta fu acquistata per il bagno, sott’occhio mi apparve un disegno di Mirò, coloratissimo ma semplice ed armonioso. Andai in cantina, presi tutte le vernici che avevo a disposizione, pennello, tutto pronto per iniziare la sagoma del mio primo dipinto. Mi sentivo emozionata, mi batteva il cuore, chissà cosa verrà fuori tra me e me … Enrico mi controllava di tanto in tanto, mi incuteva coraggio, io entusiasta dell’effetto che stava nascendo, mi caricai e volli arrivare a un buon punto, dopo i primi colori nella mia sagoma delineata, mi sembrò di ottenere un risultato eclatante, solo intuito, buone le proporzioni che furono date al mio schizzo. Lo migliorai il giorno dopo e dopo ancora, fino al completamento. Avevo terminato il mio primo dipinto, la tavoletta ebbe il suo disegno di un artista che tutti ammirano e che la mia mano ha voluto imitare !
Presi così il via da quel piccolo esperimento per interrogare la mia vena artistica e per capire dove potesse arrivare e fino a che punto … e mi sorprese … oltre cinquanta quadri riuscii a dipingere, più affreschi al lago e al mare, senza interruzione e con grande passione!

Graziella ChiniGraziella ChiniGraziella MiròGraziella - PavoniGraziella1Picasso - Fabbrica di mattoni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...